Corsica e Sardegna firmano un accordo sulle risorse idriche

Un nuovo importante tassello nella costruzione di un’unità d’intenti corso-sarda è stato aggiunto con la firma, ieri, da parte dell’assessore dei Lavori Pubblici della Ragione SardegnaManinchedda, e del Presidente dell’Office d’Equipement Hydraulique della Collettività di Corsica Saveriu Luciani, del Protocollo d’intesa che istituisce un gruppo di lavoro permanente per condividere le buone pratiche e sviluppare azioni congiunte nella gestione delle risorse idriche.

Nella cornice della dichiarazione d’intenti siglata dai presidenti Pigliaru e Simeoni, proseguono il confronto e la collaborazione fra gli esecutivi delle due Regioni. Un nuovo importante tassello è stato aggiunto questa mattina con la firma, da parte dell’assessore dei Lavori Pubblici, Paolo Maninchedda, e del Presidente dell’Office d’Equipement Hydraulique della Collettività di Corsica, Saveriu Luciani, del Protocollo d’intesa che istituisce un gruppo di lavoro permanente per condividere le buone pratiche e sviluppare azioni congiunte nella gestione delle risorse idriche. “Questo gruppo di lavoro servirà ad affrontare insieme la questione dei cambiamenti climatici e i pericoli dovuti alle alluvioni, su cui già esiste una cooperazione che vogliamo rafforzare”, ha detto l’assessore Maninchedda. “Ci sarà uno scambio di conoscenze e un confronto fra tecnici sul nostro modello di gestione e distribuzione delle acque, a cui la Corsica è molto interessata. Il dato politico è che queste collaborazioni ci rendono sempre più uniti nei rapporti con l’Europa”. “Vogliamo dire alla Sardegna che siamo contenti di lavorare insieme – sono le parole di Saveriu Luciani – perché i problemi delle isole del Mediterraneo vanno affrontate in Europa con solidarietà e unità di intenti. Oggi – ha proseguito il rappresentante dell’esecutivo corso – ci siamo confrontati con una gestione dell’acqua completamente diversa dalla nostra, nel senso che la Sardegna, al contrario della Corsica, ha il controllo delle sue risorse idriche, e questo modello ci interessa molto”. I compiti del gruppo di lavoro permanente riguardano lo scambio e l’approfondimento di conoscenze in materia di risorse idriche delle rispettive isole; la condivisione delle buone pratiche messe in atto dalle rispettive istituzioni per far fronte alle emergenze idriche, con particolare attenzione a quelle causate dai cambiamenti climatici; lo sviluppo di azioni congiunte rispetto all’Unione Europea al fine di garantire alla Sardegna e alla Corsica ulteriori risorse per sviluppare politiche infrastrutturali e di ricerca in materia di gestione dell’acqua; la costruzione di una strategia coordinata di gestione ottimale e razionale della risorsa idrica.

Ecco un video con un’intervista sul tema a Paolo Giovanni Manichetta e a Saveriu Luciani (purtroppo i francese è micca in corsu) :

ACQUA E BUONE PRATICHE, ALLA CORSICA PIACE IL “MODELLO SARDEGNA”Sempre più forte il legame istituzionale tra Sardegna e Corsica. Le due Regioni hanno siglato oggi a Cagliari un Protocollo d’intesa che istituisce un gruppo di lavoro permanente per condividere le buone pratiche e sviluppare azioni congiunte nella gestione delle risorse idriche. Alla Corsica, infatti, piace il “modello” sardo. Il Protocollo d’intesa è stato firmato dall’assessore dei Lavori Pubblici, Paolo Maninchedda, e dal Presidente dell’Office d’Equipement Hydraulique della Collettività di Corsica, Saveriu Luciani.https://goo.gl/ZOHYBH

Posted by RAS – Regione Autonoma della Sardegna on Donnerstag, 18. Mai 2017

Ma Luciani precisa sul suo profilo facebook: “Peccatu ch’elli m’appianu intervistatu in e duie lingue (corsu è francese) è messu una versione sola … A diglussia seria internaziunale???”


Fonti: CTC – Regione Sardegna