Coronavirus: Simeoni vuol rendere l’isola un territorio pilota per l’uso della clorochina

Gli eletti corsi di tutto si uniscono al Presidente del consiglio regionale dell’ordine dei dottori e di altri firmatari per chiedere al Primo Ministro che la Corsica partecipi a una sperimentazione clinica per l’uso del trattamento con idrossiclorochina.

Sono quasi unanimi. Su iniziativa di Gilles Simeoni, politici di ogni genere e medici insulari hanno firmato questo lunedì una lettera aperta a Edouard Philippe per rendere la Corsica un territorio pilota per “l’avvio di una sperimentazione clinica relativa all’uso dell’idrossiclorochina combinata con azitromicina contro il Covid-19 e integrare altri studi clinici simili.”

Evitare il rischio di saturazione degli ospedali

“La maggior parte degli operatori sanitari ritiene che la possibilità di beneficiare di un’ulteriore possibilità anticipando il peggioramento della malattia con un trattamento adattato, eviterebbe […] il rischio di saturazione delle strutture ospedaliere e del loro personale già sotto tensione e indebolimento “, scrivono.

Chiedono la possibilità per i medici, compresi i medici non ospedalieri, di prescrivere il trattamento raccomandato dal professor Raoult, in accordo con i pazienti, ai primi sintomi. “Questo studio potrebbe essere collegato e integrato in uno studio clinico già in corso”, scrivono.

Da martedì, ad esempio, l’ospedale universitario di Angers ha condotto un vasto studio sulla terapia, in collaborazione con una trentina di istituti francesi.
Contribuire ai progressi della scienza
“Il fatto che la Corsica sia un ambiente insulare, chiuso a livello globale, ma anche la maglia del territorio da parte dei centri medici avanzati di lotta contro Covid-19”, giustifica agli occhi dei firmatari questa scelta “così tanto da soddisfare le esigenze e i vincoli specifici del territorio e della sua popolazione, solo per contribuire ai progressi scientifici nel trattamento del coronavirus. ”

Elenco dei firmatari
Jean-Guy Talamoni, Presidente dell’Assemblea della Corsica
Michel Castellani, deputato al 1 ° collegio elettorale dell’Alta Corsica
Jean-Félix Acquaviva, membro del Parlamento per il 2 ° distretto dell’Alta Corsica
Paul-André Colombani, membro del Parlamento per il 2 ° distretto di Corsica del Sud
Joseph Castelli, senatore per la Corsica settentrionale
François Pupponi, deputato dell’ottava circoscrizione elettorale della Val-d’Oise
François Alfonsi, eurodeputato
Vanina Borromei, Bianca Fazi, Josepha Giacometti-Piredda, Lauda Guidicelli, Marie-Antoinette Maupertuis, Jean-Christophe Angelini, Jean Biancucci, Saveriu Luciani, Lionel Mortini, François Sargentini, Consiglieri esecutivi della Corsica
Valérie Bozzi (gruppo La Corse dans la République – A Corsica ind’è a Republica), Hyacinthe Vanni (gruppo  Femu A Corsica), Petr’Antone Tomasi (gruppo Corsica Libera), Pierre Poli (gruppo Partitu di a Nazione Corsa), Jean -Charles Orsucci (gruppo Andà per Dumane), Jean-Martin Mondoloni (gruppo Per l’Avvene), presidenti di gruppi politici dell’Assemblea corsa
Paul Scaglia, presidente del Consiglio economico, sociale, ambientale e culturale della Corsica
Pierre Savelli, Sindaco di Bastia
Camille Martelli e Petru-Antone Vesperini, vicepresidenti dell’Assemblea in Ghjuventù
Dominique Federici, presidente dell’Università di Corsica
Dott. Michel Mozziconacci, Presidente del Consiglio Regionale dell’Ordine dei Medici della Corsica
Dott. Bruno Manzi, presidente del Consiglio del Collegio dei dottori di Corsica settentrionale
Dott. Jean Canarelli, Presidente del Consiglio dell’Ordine dei Medici della Corsica del Sud
Dr Antoine Grisoni, Presidente dell’URPS-ML della Corsica
Antoine Aiello, Presidente del Collettivo “Anti-Covid19 Corsica”