Coronavirus: i 70 sardi in Corsica evacuati con un traghetto della Tirrenia

È stato l ‘”Athara” un traghetto della compagnia Tirrenia in servizio dal 2003 è arrivato questa domenica a Propriano per evacuare i 70 sardi rimasti bloccati in Corsica dall’interruzione delle relazioni marittime tra Corsica e Sardegna.

Per diverse settimane i collegamenti tra le due isole sono stati particolarmente interrotti a causa, in particolare, dei ripetute avarie  accumulati dalle navi Moby Lines. Quindi, a causa della crisi sanitaria legata al Coronavirus, i collegamenti marititmi sono stati interrotti e molti cittadini sardi si sono ritrovati “bloccati” sull’isola della bellezza.
Desiderando tornare in Sardegna, per trascorrere lì la quarantena, hanno fatto di tutto affinché le due Regioni trovassero un accordo e procedessero al rimpatrio.

Il traghetto della Tirrenia, scortato dai gendarmi marittimi di Ajaccio, è quindi attraccato a Propriano questa domenica alle 14:00. L’Athara è una nave imponente – lunga 214 metri, larga 26 – che può trasportare 2.700 passeggeri e 820 auto, l’Athara è utilizzato dalla compagnia sulla tratta Civitavecchia-Olbia.

La nave Bastia della compagnia Moby Lines inizialmente doveva occuparsi di una sessantina di passeggeri a Bonifacio questo sabato, ma a causa di danni alle ciglia non è stato possibile garantire il collegamento.

L’imbarco dei sardi a Propriano sull’Athara

Fonte: Corse Net Infos