Coronavirus, consegnate le prime 1.950 dosi di vaccino in Corsica

Mentre la campagna di vaccinazione nazionale COVID-19 è iniziata il 27 dicembre, le prime dosi del vaccino Pfizer dovrebbero arrivare questo mercoledì 6 gennaio al centro ospedaliero di Bastia.

Conosciamo un po’ di più il programma della campagna di vaccinazione contro il COVID-19 in Corsica: da questo mercoledì 6 gennaio dovrebbero arrivare 1.950 prime dosi all’ospedale di Bastia.
Dal giorno successivo, giovedì 7 gennaio, quattro Strutture ricettive per persone anziane dipendenti (EHPAD) tra cui la casa di riposo U Serenu a Corte, saranno rifornite anche direttamente da un grossista distributore, interfaccia tra laboratori farmaceutici e farmacie. Per quanto riguarda la regione ajaccina, dovrebbe essere fornito all’inizio della prossima settimana. “Potremo così testare entrambi i tipi di logistica” indica la direttrice dell’Agenzia sanitaria regionale Marie-Hélène Lecenne. Un “vero e proprio test” per questo vaccino soggetto a numerosi vincoli legati alla catena del freddo.

L’obiettivo una volta erogate le dosi? Agire con “dare la priorità al pubblico”, e in particolare “vaccinare il più possibile” tra le 1.800 persone che risiedono nelle case di cura in Corsica. Sarà inoltre posto l’accento sugli operatori sanitari fragili con più di 50 anni. “A poco a poco, svilupperemo diversi centri per questi professionisti” ha detto Marie-Hélène Lecenne. “Entro il 1 ° febbraio saremo in grado di coprire il massimo di questi due spettatori”, continua.

Se la direttrice dell’ARS riconosce “delle domande” in relazione alla vaccinazione, vuole essere ottimista sull’andamento della campagna, soprattutto per quanto riguarda i badanti: “Gli operatori sanitari aderiscono a questa logica, sono consapevoli di poter dare l’esempio vaccinandosi ”conclude.ù

Tutte le informazioni sul vaccino Pfizer sul sito dell’AIFA

Il comunicato dell’ARS Corsica sulle vaccinazioni

Fonte: Corse net Infos