Coronavirus: 40 sardi bloccati in Corsica evacuati con un traghetto speciale da Bonifacio

Con l’interruzione delle rotazioni marittime tra la Corsica e la Sardegna, su richiesta del governo di quest’ultima, il 14 marzo circa quaranta sardi che si trovano oggi “confinati” in Corsica, lontano dal loro.
Chiedono al governatore sardo Christian Solinas e all’esecutivo corso di poter rimpatriare, come previsto dalla legge.

Per motivi principalmente professionali, circa quaranta sardi erano bloccati in Corsica dalla fine delle rotazioni marittime con la Sardegna, avvenuta il 14 marzo su richiesta del governatore sardo Christian Solinas.
Per consentire loro di tornare a casa, Stefania Orru, portavoce e amministratore del gruppo Facebook “Sardi in Corsica“, ha inviato una lettera ufficiale alla Presidenza regionale della Sardegna.

Contattata telefonicamente, Stefania Orru spiega al CNI la situazione.
“Dato che tutto è chiuso, ci sono padri di famiglie che si trovano bloccati qui in Corsica e che desiderano tornare alle loro famiglie. Rispetto a quello che posso vedere sul nostro gruppo di Facebook” Sardi in Corsica “, sono più “Quaranta in questa situazione. Alcuni di loro vivono in piccoli appartamenti di tre o quattro e vogliono solo andare a casa. Ciò che troviamo normale.”

Oggi stanno ancora aspettando una risposta alla lettera inviata il 18 marzo. “Siamo stati sulla televisione regionale sarda, ora stiamo aspettando”. Fortunatamente, nota che nessuno è in strada. “Sarebbe stato portato alla mia attenzione. Fortunatamente, non siamo a quel punto, altrimenti avremmo fatto di tutto per rimediare”, ha detto Stefania Orru.

Secondo i nostri colleghi della Union Sarda, la compagnia Moby Lines era pronta a trasportare i sardi a Bonifacio in Sardegna, ma sono le autorità corse che dovevano decidere poiché nella Corsica del Sud il traffico passeggeri è vietato da mercoledì.

Stefania Orru ha affermato che anche lei ha appreso dalla stampa di questa possibilità e che non era stata informata direttamente dalla Regione Sardegna.

“Il traghetto per rimpatriare i sardi arenati, in Corsica, è disponibile questo sabato alle 18.30 a Bonifacio. Vorremmo ringraziare la regione Sardegna e l’esecutivo corso per aver risposto a questa richiesta oggi”, ha dichiarato Denis in un comunicato stampa Luciani, presidente dell’associazione Corsica-Sardegna Popoli del Mare. “E preghiamo il bentornato dei fratelli sardi, che stanno anche vivendo la crisi del coronavirus. Speriamo di rivederci presto. Forza Paris, evviva a Corsica Regina”

Fonte: Corse Net Infos e Corse Net Infos