Il deputato Colombani interpella il Primo Ministro sulla «deriva mafiosa in Corsica»

Martedì 1° ottobre, durante le interrogazioni parlamentari al governo dell’Assemblea nazionale, Paul-André Colombani ha sfidato il Primo Ministro sulla «deriva mafiosa in Corsica», riconosce la consapevolezza della società còrsa su questo argomento, e chiede delle contromisure.

«Questo terribile fenomeno, ormai di dominio pubblico, sta avanzando alla luce del sole in Corsica», ha detto il deputato Paul-André Colombani questo martedì 1° ottobre durante le interrogazioni parlamentari al governo nell’Assemblea Nazionale.

Rivolgendosi al Primo Ministro, Colombani mette in guardia contro la «deriva mafiosa» sull’isola e punta il dito su «pressioni avvenute sugli appalti pubblici e sulla concessione di permessi edilizi», e descrive la Corsica come «la regione più criminosa d’Europa dopo la Sicilia e la Calabria» quando a numero di omicidi in rapporto al numero di abitanti.

Pur riconoscendo la “presa di coscienza” della società corsa, con la creazione di diversi Collettivi Antimafia negli ultimi giorni, sostiene che non può «farsi giustizia da sola».

«Sta a te combatterlo»

Colombani reclama misure da parte del governo al fine di combattere la speculazione, la povertà e il sottosviluppo «che sono il terreno fertile per questa deriva mafiosa», ed annuncia: «Sta a te combatterlo. […] Un fallimento in questo campo sarebbe tuo e solo tuo».

Nella sua risposta, il ministro dell’Interno chiede «un sostegno continuo per coloro che indagano sugli omicidi» e propone un «tasso di inchieste giudiziarie molto superiore alla media».

Il Ministro dell’Interno Christophe Castaner definisce «insopportabile» la collusione che potrebbe esistere tra grandi gruppi criminali e una parte del mondo politico. Egli afferma di “prendere atto” delle iniziative dei Collettivi Antimafia e assicura che la Prefettura garantisce un controllo della legalità in diversi settori.

Fonte: France 3 Corse Via Stella

Alessio Vic Stretti

Laureato in "Conservazione dei Beni Culturali" presso l'Università di Genova, il suo amore per la Corsica nasce nel 2005, dopo aver girato ogni angolo dell'isola in cerca dei suoi tesori naturali e artistici. La sua poesia in lingua corsa «Una preghèra da Genuva à l'isula bella» (presentata al concorso “Tropea, onde mediterranee” del 2009) e la sua Tesi di Laurea «L'architettura in Corsica e le regioni tirreniche fra l'Alto Medioevo e il XIV secolo» (2007) appaiono sulla rivista online A Viva Voce diretta da Paul Colombani.

Avatar

A proposito di Alessio Vic Stretti

Laureato in "Conservazione dei Beni Culturali" presso l'Università di Genova, il suo amore per la Corsica nasce nel 2005, dopo aver girato ogni angolo dell'isola in cerca dei suoi tesori naturali e artistici. La sua poesia in lingua corsa «Una preghèra da Genuva à l'isula bella» (presentata al concorso “Tropea, onde mediterranee” del 2009) e la sua Tesi di Laurea «L'architettura in Corsica e le regioni tirreniche fra l'Alto Medioevo e il XIV secolo» (2007) appaiono sulla rivista online A Viva Voce diretta da Paul Colombani.

Vedi tutti gli articoli di Alessio Vic Stretti →