Il collettivo Parlemu Corsu denuncia: la Francia non rispetta i trattati che firma

I militanti del collettivo Parlemu Corsu riuniti mercoledì sera davanti alla Prefettura di Corsica chiedono allo Stato di chiarire la sua posizione. Secondo questi difensori della lingua corsa, i trattati firmati dalla Francia per la difesa delle lingue minoritarie a livello mondiale non vengono rispettati.

La Francia si accontenta di firmare decreti, patti, convenzioni, in sede europea e di diritto internazionale. Ma infine essa stessa si mette in contraddizione con tutte le firme che ha realizzato e perfino con le sue proprie leggi. Non prende abbastanza in considerazione l’aspetto umano e i diritti dell’individuo” spiega Michele Leccia del collettivo.

Per far sentire alta la propria voce, il collettivo ha scelto di unirsi alla rete Elen, “European Language Equality Network”,che difende tutte le lingue minoritarie a livello mondiale e presso l’ONU.

 
Eccolo qui sotto spiegare le ragioni del collettivo (in lingua corsa) in questo video:
 

—–
Fonte e immagine: FR3 Corse ViaStella

One Comment on “Il collettivo Parlemu Corsu denuncia: la Francia non rispetta i trattati che firma”

Comments are closed.