Cinque fiabe per caso e un racconto per nulla: il libro degli alunni sardi di San Gavino Monreale

«Bravi! Siete stati bravi. […]. Avete narrato, in un pregevole abbozzo di storytelling, delle storie (quelle per i bimbi: le fiabe, semplici, essenziali, scritte in modo lineare, comprensibile al target di riferimento), avete fatto un’incursione nella Storia (quella del metodo, della contestualizzazione, della riflessione sul passato per la comprensione del presente)». (Dalla Prefazione).

«[I giovani autori] hanno dato libero sfogo alla propria fantasia, inventando e scrivendo cinque leggere e piacevoli fiabe moderne che riprendono, però, la tradizione classica di questo antico genere letterario. […]. Poi, inizia un’altra avventura, […], la centenaria storia errante di una famiglia greca [di] Focea. […]. Così, […] la pòlis, l’òikos, l’assemblea, il mare, le imbarcazioni, Focea, la Lidia, Alalia, sono divenute le parti di un tutto che hanno ricondotto alla nostra comune storia mediterranea e alla fondazione di Olbia la Felice». (Dall’Introduzione).

Gli alunni della 1 F dell’Istituto “Marconi-Lussu” di San Gavino Monreale nella provincia del Sud Sardegna hanno scritto un libro con cinque fiabe e un racconto storico ambientato tra il VI e e il V secolo a. C. a Focea, Aleria (Corsica), Olbia e ed Elea, il progetto è stato coordinato dai loro docenti Martino Contu, Giuliana Curreli, Laura Usai ed è cominciato in classe e poi è continuato durante la didattica a distanza durante la pandemia di Covid-19.

Gli alunni hanno scritto il racconto storico come parte del programma di geostoria, il racconto storico è su una famiglia greca di coloni di Focea, una città greca della Ionia nell’odierna Turchia che viaggia con un pentecontere e si stabilisce per brevi periodi nelle colonie del Mediterraneo occidentale di Alalia, l’odierna Aleria in Corsica e poi di Olbia e entrando in contatto con i popoli che abitavano quelle terre. I ragazzi attraverso uno studio storico e geografico hanno scoperto la vita degli uomini del tempo con le polis, l’oikos, l’agora, il mare e le imbarcazioni trasformandola in un’opera di fantasia che può far rivivere il passato per riflettere sul furuto.

Prefazione di: Vincenza Pisanu. dirigente scolastica dell’IIS “Marconi – Lusso” di San Gavino Monleale (SU).

Il costo del libro è 5 euro, per acquistarlo contattare il direttore responsabile del Centro Studi SEA di Villacidro, Martino Contu: [email protected]

 

Andrea Meloni

Nato a Genova nel 1986, laureato in Scienze Geografiche nel 2013. Ha collaborato nel 2016 e 2017 con la Geo4Map (ex DeAgostini) di Novara, nel 2018 ha scritto alcuni articoli sul Secolo XIX. Insegna dal 2018 Geografia nelle scuole superiori a Genova, è socio dell'Associazione Italiana Insegnanti di Geografia (AIIG) e abita nell'Appennino Ligure al confine tra Piemonte e Liguria. Ama anche la storia e ama la Corsica dal 2010 e ha visitato due volte l'isola.

Andrea Meloni

A proposito di Andrea Meloni

Nato a Genova nel 1986, laureato in Scienze Geografiche nel 2013. Ha collaborato nel 2016 e 2017 con la Geo4Map (ex DeAgostini) di Novara, nel 2018 ha scritto alcuni articoli sul Secolo XIX. Insegna dal 2018 Geografia nelle scuole superiori a Genova, è socio dell'Associazione Italiana Insegnanti di Geografia (AIIG) e abita nell'Appennino Ligure al confine tra Piemonte e Liguria. Ama anche la storia e ama la Corsica dal 2010 e ha visitato due volte l'isola.

Vedi tutti gli articoli di Andrea Meloni →