Castellare di Casinca : « Leteratura à a funtana », autori in cunfrontu

Oramai Castellare di casinca ogn’estate ghje diventatu u locu leterariu induvè ci tocca à esse. « leteratura à a Funtana » ghje non solu un’iniziativa originale di l’associu « Castell’art », ma un cuncettu chi adobra una spezia di demucrazia di a parolla. À Funtana di a piazza San Bastianu ghje u simbulu di l’adunita. L’acqua corre, cume i discorsi, ma appaghja a sede di dibatittu, di cuntrasti, tra scrivani è publicu. Dipoi tre anni u scontru di u Castellà face corre i spiriti leterarii. Quelli nustrali è quelli d’altrò.

A l’apertura c’era statu Delphine de Vigan una di è scrivane frencese è più in vista oghje. Per l’edizione 2018 so stati quatru à pusassi in giru à a funtana. Ghjuvan Guidu Talamoni u presidente di l’Assemblea di Corsica incù Marie Ferranti scrivana corsa di famma, premiata da l’Academia Frencese. Ghjeranu quì per u so libru cummunu di currispundenza, Jean-noël Pancrazi chi un conta più i so premii, cumme u «  Medecis », è chi face parte di i 10 primi scrivani frencesi, è in fine Leila Slimani premiu Goncourt 2016 per u so libru « chanson douce », scrivana franco-maruchina chi hà pruvucatu une pochi di pulemiche è cuntrasti in 2017 incù a publicazione di un libru nant’a sessualità à u Maroccu (sexe et mensonges). Leila Slimani militente di a libertà di è donne è di a libertà sessuale, ghje stata numinata da Emmanuel Macron per esse à so ripresentente à u Cunsigliu di a Francofunia.

C’era dunque assai ghjente à a calata di u sole piazza San Bastianu in stu mese d’agostu. A l’umbria, indè u treghjime di u spuntà di a notte è lingue si so scolte. Cunfronti tra autori è publicu. Pancrazi hà parlatu di u so libru « je voulais leur dire mon amour » un’opera piena di malincunìa, Talamoni è Ferranti anu spiegatu cume era nata sta relazione epistulare cuncolta indè un libru « Un peu de temps à l’état pur » chi mette in lume i legami trà leteratura è pulitica. Si aspetava leila Slimani chi ghje in qualchi modu a « Coqueluche » di i media incù u so discorsu nanta a sessualità liberata. Indè « Sexe et Mensonges » l’autore hà riguaratu une poche di testimunganze di donne marucchine nant’à realità di u sessu à u Maroccu. Una sessualità piatatta, incapucciata da a religione, induvè a donna ùn si po move è sprimesi che spusata. Ghje a pusizione murale chellu s’acetta in lume. « Si face tuttu à u Maroccu ma ùn si deve sapè nunda »….Eccu u trattu di u libru. Leila Slimani si face avvucata di fronte à qualsiasi publicu, chellu fussi quellu di una piazza di paese o quellu di   loghi  « branchés » di Pariggi o d’altrò. « Leteratura à a Funtana » schiarisce è mente. Dopu u piace di u spiritu quellu di à bocca. A piazza si muta in spaziu di pranzu sottu à è stelle, per lascia andà è parolle in cunvivenza.
A quale accuglierà a Funtana di San Bastianu di u Castellà u prossimu estate ?……simu golosi di sapè…


Petru luigi Alessandri

Petru Luigi Alessandri

Giornalista radiofonico di RCFM, si occupa tra l'altro anche della trasmissione Mediterradio, che mette in contatto gli ascoltatori di Corsica, Sardegna, Sicilia, e occasionalmente Malta e altre terre mediterranee. Per Corsica Oggi scrive in lingua corsa o, in traduzione, in italiano.