Capo Corso: scritte del FLNC 76 contro la tesoreria di Ville di Pietrabugno

FLNC 76” sulla serranda metallica scritta in bianco, “FLNC 76” e “Boum!” scritti in rosso sul muro: sono stati nuovamente presi di mira durante la notte delle scritte minacciose sul Résidence Le Castille che ospita la Tesoseria dell’agglomerato di Bastia e Capo Corso della Direzione generale delle finanze pubbliche a Ville di Pietrabugno non lontano da Bastia. 

Queste scritte hanno provocato una forte reazione da parte del sindacato CGT delle finanze pubbliche e di Jean-Pierre Battestini, segretario dipartimentale del CGT:

“Stasera i locali del tesoreria Capo Corso a Ville di Pietrabugno sono stati scritti da acronimi minacciosi.
Mentre il personale delle finanze pubbliche utenti ed eletti si sta mobilitando per salvaguardare il nostro tesoro minacciato dal governo, alcune delle loro azioni sono complici di questa politica.
Se il FLNC dovesse porre fine alle sue minacce distruttive, sarebbe la fine del nostro servizio pubblico in Corsica e un servizio a Macron e al suo governo. Sicuramente questa alleanza tra potere liberale e gruppi clandestini violenti appare di nuovo alla luce del sole “scrive Jean-Pierre Battestini.

Fonte: Corse Net Infos