Calcio, stagione agrodolce per le compagini còrse

VUOI CHE CORSICA OGGI CONTINUI A ESISTERE? SOSTIENICI CON 1,84€/MESE

La stagione appena mandata agli annali è stata agrodolce per le compagini còrse impegnate nelle principali divisioni calcistiche transalpine: una salvezza, una promozione e una retrocessione. La salvezza è quella conseguita dall’Ajaccio in Ligue 2 (seconda serie): dopo un inizio titubante, i biancorossi sono riusciti a risalire la classifica, centrando la permanenza con una giornata d’anticipo sulla conclusione del campionato, pareggiando per 1-1 il confronto esterno col Parigi. La giornata successiva, lo 0-0 con il “fanalino di coda” Châteauroux ha permesso agli ajaccini di mandare in archivio la stagione con un discreto tredicesimo posto, a quota 46 punti, frutto di 11 vittorie, 13 pareggi e 14 sconfitte in 38 partite, con 34 reti realizzate e 43 subite. La salvezza consentirà all’Ajaccio di tornare ad affrontare il Bastia, che vincendo il campionato di National 1 è risalito trionfalmente in cadetteria.

Anch’essi protagonisti di un avvio affatto esaltante (clamoroso il K.O. interno per 0-1 della terza giornata al cospetto del Boulogne-sur-Mer), i bastiacci hanno poi “ingranato”, chiudendo in prima posizone con un bottino di 66 punti in 34 giornate, frutto di 19 vittorie, 9 pareggi e 6 sconfitte, con 57 reti realizzate a fronte delle 28 incassate. Il margine sulla seconda classificata (il Quevilly-Rouen, anch’esso promosso) è stato di ben 8 punti. Risorto in National 3 (quinta divisione transalpina) nell’estate 2017 (dopo essere stato estromesso dalla Ligue 2 per motivi finanziari), il Bastia ha conquistato tre salti di categoria nelle successive quattro stagioni: al secondo posto del 2017-’18 hanno fatto seguito le promozioni in National 2 nel 2018-’19, in National 1 nel 2019-’20 e in Ligue 2 quest’anno.

Se una còrsa di National 1 ride, un’altra piange. Si tratta del Bastia-Borgo, dimostratosi all’altezza della situazione per due terzi di stagione, ma poi incappato in una serie negativa che lo ha fatto sprofondare al terzultimo posto, condannandolo alla retrocessione in National 2: successivamente alla bella affermazione casalinga per 3-0 della ventunesima giornata (13 febbraio 2021) sull’Avranches, i borghigiani sono, infatti, rimasti a secco di vittorie per ben 13 partite, nelle quali hanno raccolto la miseria di 7 punti (7 pareggi e 6 sconfitte), tornando al successo solamente all’ultima giornata (15 maggio, 3-0 interno al Créteil), quando il loro destino era ormai compiuto.

Giuseppe Livraghi

VUOI CHE CORSICA OGGI CONTINUI A ESISTERE? SOSTIENICI CON 1,84€/MESE