Bowkr, la startup nustrale per chi offre o cerca talenti

Un’intervista a Leo Kinany Martelli CEO e co-fondatore di Bowkr
di Marie Benedetto

Siete alla ricerca di un lavoro o di un talento ? Fermi tutti, c’è Bowkr. Infatti, questa piattaforma online creata da due Corsi permette a chiunque di trovare un lavoro o un dipendente a qualsiasi momento. Quest’ingegnosa idea non si ferma ai confini della Corsica poiché è internazionale : andare a lavorare dall’altra parte del mondo non è più un problema, perché questa rete collega delle persone con delle competenze ben definite e dei datori di lavoro con delle aspettative ben precise, qualunque sia il paese, qualunque sia la regione.

Incontro con Leo Kinany Martelli, uno dei giovani ideatori di questa startup ”nustrale” piena di promesse.

Come è nata Bowkr ? E come funziona concretamente ?

Prima di lanciarci nell’avventura Bowkr creando la nostro startup, abbiamo praticato numerose attività durante i nostri studi, e particolarmente camerieri e dj. Alla fine di una stagione estiva, siamo stati consapevoli del bisogno di far conoscere la nostra disponibilità ai vari e potenziali datori di lavoro e – perché no ? – attraverso il mondo.

I siti di annunci non corrispondevano a quello che immaginavamo, né alle nostre ricerche, abbiamo dunque immaginato Bowkr sotto la forma di una database dove i profili non scadono, ma evolvono grazie alle disponibilità indicate in tempo reale. Così, abbiamo realizzato che avevamo capito la rivoluzione delle pratiche professionali di oggi, perché la gente non ricerca più un mestiere ma una ragion d’essere, cioè praticare una passione come un mestiere.

Perché questo nome ? Ha un significato speciale ?

Bowkr è in realtà un pessimo gioco di parole tra booking e bow la cravatta-farfallino, simbolo emblematico del lavoro nella ristorazione che ritroviamo sul nostro logo. Volevamo inventare una parola, per darle un’immagine ed una storia senza nessun riferimento a ciò che esisteva prima, con lo scopo di ripensare tutto da capo.

Esiste un equilibro o uno squilibrio tra l’offerta e la domanda ?

L’offerta e la domanda sono due curve di Gauss opposte e quindi esiste sempre uno squilibrio in un luogo e un tempo T, il che è piuttosto normale (è precisamente quando l’offerta è la più importante che la domanda è al livello più basso). Ma grazie ai dati che raccogliamo, conosciamo le tendenze e tensione tra l’offerta e la domanda, secondo i luoghi, settori e periodi. Arriviamo così a trasformare queste due curve in un’unica linea.

Quali sono i mestieri più ricercati ? Quali sono i profili più ricorrenti ?

Durante i nostre periodi di test, abbiamo influenzato questi dati perché abbiamo proposto il nostro strumento in base ai picchi di ricerche in ogni luogo e ogni settore. Per il momento, i profili più presenti cioè i più ricercati sono camerieri, musicisti e fotografi.

Bowkr è basato in Corsica ma avete fin dall’inizio voluto darle una dimensione internazionale… avete raggiunto questo obiettivo ?

L’anno 2015 è stato un anno test e la Corsica il nostro laboratorio, ma per testare le nicchie e tensioni di offerta e domanda, abbiamo inviato il nostro messaggio come si lancia una bottiglia in mare. Così abbiamo 4000 utenti in una decina di paesi, ma questo non permette di ottenere una massa critica sufficiente per realmente invadere i paesi. Quindi, andiamo avanti nicchia dopo nicchia ma è evidente che il mercato francese non è il più semplice per quanto riguarda la flessibilità e il turnover. È dunque legittimo avere un’ambizione internazionale.

È difficile gestire quotidianamente una startup in Corsica ?

Ci sono alcuni svantaggi perché l’ecosistema è abbbastanza scarso ed è difficile avere scambi con altri professionisti, perciò abbiamo contribuito a creare la Corsican Tech. In compenso, è molto più piacevole lavorare in Corsica, a casa nostra, dove ciò che facciamo ha una certa importanza, piuttosto che a Parigi dove decine di start-up nascono e muoiono ogni giorno nell’anonimato.

E tra 10 anni, dove sarete ?

Gli usi professionali saranno totalmente cambiati, e il mercato sarà “uberizzato” da Bowkr. Più del 20% della popolazione europea praticherà un lavoro flessibile e sarà disponibile su Bowkr. La relazione datore di lavoro-impiegato sarà modificata e parleremo di clienti-beneficiari. Certe leggi saranno cambiate, statuti saranno creati per perfezionare quello degli “autoimpreditori” e rivoluzionare quello dei lavoratori dello spettacolo. Un nuovo tipo di contratto sarà calcato su quello dei mini-job tedeschi e il contratto “zero ora” inglese.

Questa è la nostra scommessa.

http://www.bowkr.com/
www.facebook.com/bowkr/
App smartphone : Bowkr