A Bastia durante il blocco del porto un passeggero italiano ha aggredito il direttore di Moby Lines

Questa domenica è stata movimentata sul porto di Bastia. Dopo aver bloccato la nave Pascal Paoli di Corsica Linea, i portuali del sindacato nazionalista STC di la Méridionale hanno messo una barriera di filtraggio per rallentare l’ingresso dei passeggeri nelle navi Pascal Lota di Corsica Ferries e Moby Zaza di Moby Lines, non senza alcune tensioni tra passeggeri e scioperanti. E, infine, queste due navi non sono partite, come la Moby Vincent, che ha lasciato i suoi passeggeri da Bastia ma non ha potuto accogliere i passeggeri che hanno avuto a che fare il percorso inverso.

Una situazione di stallo che ha portato a tensioni sulla Pascal Lota, ma anche sul Moby Zaza in cui il direttore della Moby Lines in Corsica, Fabien Paoli di  82 anni è stato attaccato da diversi passeggeri e aggredito da uno di loro che lo ha spinto violentemente a terra. Nella serata di domenica, quasi tutti i passeggeri del Pascal Lota e di Moby Zaza avevano lasciato le navi per dirigersi a Isola Rossa, dove Corsica Ferries e Moby Lines avevano programmato una nuova partenza  mentre altre due navi della Corsica Ferries e un’altra dalla Moby Lines sono state spostate nel porto balanino

Nel video si può vedere Fabien Paoli affrontare i viaggiatori all’ingresso della nave che dicono di chiamare la polizia. Il manager cerca di afferrare il telefono con cui un uomo filma la scena, i passeggeri hanno quindi iniziato a spingere Fabien Paoli che poi è caduto violentemente a terra.

Da parte loro, i marinai e i portuali di La Méridionale sono determinati a continuare il loro sciopero.

 

Fonte: Alta Frequenza