Aperto il centro commerciale Leclerc Grand Ajaccio Baleone di 9.000 m² con 45 negozi e 2.200 posti auto

La catena E.Leclerc due giorni fa ha aperto il Leclerc Grand Ajaccio Baleone, il più grande centro commerciale dell’isola di 9.000 m² con 45 negozi, il centro comemrciale ha ben 2.200 posti auto e si trova già nel comune di Sarrola Carcopino a solo 10 km dal centro di Ajaccio e con già molti supermercati e ipermercati nelle vicinanze.

Il progetto globale ha una superficie di ben 77.000 m², i primi negozi stanno già aprendo mentre gli altri apriranno nei prossimi mesi e sono previste 350 assunzioni del solo centro commerciale E.Leclerc e 1.000 totali per un bacino di utenza di 100.000 abitanti (praticamente circa 1/3 della popolazione dell’isola e quasi tutto il dipartimento della Corsica del Sud) esclusi turisti provenienti dalla città o anche arrivano o vanno in aeroporto. La costruzione è costata un investimento di 100 milioni di euro.

Il centro commerciale Ajaccio Grand Baleone è aperto dal lunedì al sabato dalle 9 alle 21 e di domenica dalle 9:30 alle 12:30 e dalle 14 alle 19. Quali saranno le ricadute per l’economia ajaccina e ingenerale per quella isolana con un progetto così mastodondico? Nei mesi scorsi ci sono sia petizioni contro l’apertura che contro l’acquario con degli “squali” previsto all’interno centro commerciale.

Il creatore di questo centro commerciale mastodontico incominciato nel 2015 è François Pardrona, un imprenditore cinquantenne di una famiglia di commercianti e imprenditori corsi. Ha iniziato a 21 anni con un piccolo supermercato Banco, nel cuore di Ajaccio, è diventato rapidamente il primo supermercato U in Francia, con un fatturato di € 8 milioni nonostante fosse grande solo 350 m². All’inizio degli anni 90, costruì il supermercato di Ajaccio Rocade e comprò allo stesso tempo anche l’Impérial che era in bancarotta. Alcuni anni fa, decise di incominciare con Leclerc e quindi cominciò ad aprire supermercati e ipermercati a marchio Leclerc nell’isola e adesso e ora è diventato proprietario di questo nuovo centro.

Il giorno dopo l’apertura tra giovedì e venerdì all’1:20 di notte una delle guardie di sicurezza del supermercato “ha visto due uomini che stavano scappando e ha visto [un ordigno] che stava iniziando a bruciare” che era stato messo davanti a una porta del negozio, non è esploso, ma aveva circa 300 g di esplosivo, ha detto il procuratore di Ajaccio, Eric Bouillard.

 

Fonte: France Faits Divers, France Bleu RCFM, LSAAlta Frequenza e Corse Matin

Andrea Meloni

Di origini sarde e calabresi ma genovese di nascita, laureato in scienze geografiche presso l'Università di Genova nel 2013 e socio della sezione Liguria dell'AIIG (associazione Italiana insegnanti di geografia), risiede nell'Appennino Ligure in val Borbera, una valle piemontese ma da sempre legata alla confinante Liguria e da agosto 2015 è redattore di Corsica Oggi. Collabora da marzo 2016 con la società cartografica geo4map di Novara, nata da una costola di DeAgostini e da giugno 2017 con il quotidiano genovese Il Secolo XIX. Adora viaggiare ed è innamorato della Corsica.