Ajaccio ha celebrato i 198 anni della morte di Napoleone

Accompagnato dal sindaco di Ajaccio Laurent Marcangeli, il deputato Jean-Jacques Ferrara, il Presidente del Comitato Centrale bonapartista André Villanova, e membri del consiglio comunale e della Collettività della Corsica, ha preso parte alla celebrazione 198 ° anniversario della morte di Napoleone Bonaparte.
In un’atmosfera pia e solenne, circondato da veterani della Guardia napoleonica, funzionari eletti, sostenitori e altri ammiratori dell’Imperatore per renderli omaggio in questo 5 maggio.
Al termine della messa di Padre Micaletti, la cerimonia si è chiusa attorno alla maschera mortuaria di Napoleone, collocata nella cripta di famiglia, per depositare le ghirlande.

L’Imperatore è nato a Ajaccio il 15 agosto 1769 e morì il 5 maggio 1821, quando fu esiliato nell’isola britannica di Sant’Elena dopo la battaglia di Waterloo che pose fine all’esistenza del Primo Impero nel 1815. Il ritorno delle ceneri dell’imperatore in Francia  non è stato facile e si è dovuto attendere fino al 1840, 19 anni dopo, per iniziativa di re Luigi Filippo per poter ritornare a Parigi.

Nella cripta della cappella imperiale sono le tombe dei genitori di Napoleone: Letizia e Carlo Bonaparte. Il corpo di Carlo è stato portato nel 1951 dalla città di Saint-Leu-la-Forêt (dipartimento della Val d’Oise nell’Ile de France). Anche il cardinale Joseph Fesch, zio dell’imperatore, si trova nella cripta. E più recentemente, il corpo di Luigi Napoleone, ex capo della famiglia Bonaparte (dalla linea di Girolamo Bonaparte) è stato sepolto nella Cappella imperiale nel 1997.

L’Imperatore è morto da 198 anni e quest’anno la città di Ajaccio celebrare la sua memoria per 250 anni dalla nascita attraverso molteplici rappresentazioni, cerimonie e altri eventi che si svolgono durante tutto l’anno.

https://www.facebook.com/ville.ajaccio.corsica/posts/2015738335201185

Fonte: Corse Net Infos