Ad ottobre 12 apprendisti còrsi andranno in Nepal, devastato dal terremoto del 2015

In ottobre 12 apprendisti del biennio 2016-2018 del Centro di formazione professionale della Corsica del Sud con sede ad Ajaccio saranno in Nepal per costruire un dispensario per l’assistenza medica gratuita nel villaggio di Gonggar a 180 km dalla capitale Kathmandù. Tutti territori devastati dal forte del terremoto del 2015 che ha provocato oltre 11.000 vittime.

Questa iniziativa avrà luogo anche grazie all’Associazione Samsara per il Nepal che ha sede ad Alata vicino Ajaccio ed è nata per portare soccorso alle popolazioni nepalesi terremotate.

La capitale Kathmandù è tuttora devastata, e una moltitudine di villaggi immersi nella alte valli sotto l’Himalaya sono ancora senza risorse e non hanno ancora cancellato le cicatrici del disastro, molte case sono ancora distrutte, costringendo le famiglie a cercare rifugio in campi di fortuna.

L’obiettivo del progetto è quello di costruire un ambulatorio di 4 per 8 metri con materiali poco costosi, pur rispettando l’architettura della regione. In effetti, il dispensario verrà costruito accanto a un monastero e una scuola di monaci buddisti. Questo viaggio sarà l’occasione per gli apprendisti di vivere per un mese con un gruppo di giovani e altri adulti al di fuori del quadro famigliare abituale. I 12 apprendisti dormiranno in una grande tenda.

Nella pagina dell’associazione si può trovare il progetto del dispensario e anche fare donazioni, mentre nella pagina facebook si potranno trovare tutti gli aggiornamenti provenienti dal Nepal.

Inoltre saranno seguiti da una telecamera e le riprese inizieranno prima del viaggio per catturare i preparativi, le discussioni tecniche con i loro professori, ma anche le loro preoccupazioni per il lungo viaggio.

La telecamera seguirà gli apprendisti nella loro vita quotidiana e alla fine il film andrà in onda su France 3 Corse ViaStella sia in Corsica che nel resto della Francia e anche sulla web tv del centro di formazione e su diverse reti sociali.

Fonte: Corse Matin