A San Giuliano degli scienziati fanno luce sui pericoli dei prodotti fitosanitari

L’agricoltura rimane un importante consumatore di prodotti fitosanitari. E le norme non impediscono la pericolosità di certe sostanze. Per aiutare gli agricoltori a fare le giuste scelte e il giusto uso, è stato organizzato un seminario a San Giuliano in Castagniccia.

È intorno a un’opera teatrale che gli studenti del liceo agricolo di Borgo cercano di educare il mondo agricolo affrontando i rischi associati ai pesticidi. “Spieghiamo l’impatto che possono avere sulla salute, sull’ambiente e sui metodi alternativi messi in atto per lo sfruttamento della scuola agricola”, spiega Diane Vernet-Cristiani, una studentessa laureata al liceo agricolo di Borgo.

Per tutto il giorno venerdì, i professionisti legati all’agricoltura hanno condiviso le loro scoperte e le loro soluzioni per combattere i diversi rischi chimici. I prodotti fitosanitari, spesso biasimati, potrebbero non essere gli unici responsabili di alcuni problemi di salute.

“Un lavoratore agricolo o contadino è esposto a molteplici rischi. È esposto ai pesticidi, è anche esposto a prodotti veterinari, è esposto a batteri, virus, funghi. È esposto a una serie di rischi e quando misuriamo le conseguenze per la salute, quando osserviamo, è difficile sapere quale tra tutti questi rischi sia all’origine del problema di salute “, dice il dottor Bruno Oster del dipartimento di salute e sicurezza sul lavoro presso la Mutualité sociale agricole (MSA).

Pesticidi nell’aria

Per saperne di più sui rischi a cui tutti possono essere esposti, vengono studiati l’acqua e il suolo. Anche i pesticidi vengono ricercati nell’aria.

“Misuriamo su una cinquantina di siti a livello nazionale con le stesse procedure. Saremo in grado di fare confronti tra diverse regioni, vedere se troviamo gli stessi composti, vedere le concentrazioni. E forse, da lì, definire gli standard di salute in relazione alle normative sanitarie “, afferma Jean-Luc Savelli, direttore di Qualit’air Corse.

La conoscenza e la prevenzione del rischio sono, per questi scienziati, un problema importante per gli agricoltori, per la salute pubblica e per l’ambiente.

Fonte: France 3 Corse Via Stella