A Olbia la Squadra Corsa batte ai calci di rigore la Natzionale Sarda

Il primo trofeo Edmond Simeoni-Antoni Simon Mossa è stato vinto domenica 2 maggio a Olbia dalla Squadra Corsa per 4-1 ai calci di rigore, la partita di ritorno si giocherà tra un anno a Porto Vecchio.

Prima del fischio d’inizio alle 20:30 di ieri allo stadio Bruno Nespoli di Olbia, l’attrice cagliaritana Caterina Murino, madrina della squadra sarda, ha presentato e squadre. Al suo fianco, il presidente dell’esecutivo, Gilles Simeoni non nasconde la sua emozione: “È un piacere per noi essere in Gallura, quella di stasera è un incontro sportivo ma anche culturale, tra due isole sorelle “.

La partita inizia con due gol: nell’ottavo minuto il calcio di punizione di Emerson trova la testa di Cabeccia. Due minuti dopo un errore dei difensori sardi dà a Cabella l’opportunità di segnare e alla Squadra Corsa di pareggiare.

Per il resto del primo tempo, non c’è azione principale, e anche nella ripresa le due squadre combattono su un piano di parità, lasciando spazio al gioco fisico.

La partita finisce 1-1. È tempo di tiri in porta: il primo a tirare è Cavalli per la Corsica, che segna. Quindi Penneteau affronta Emerson. Ladu non coglie la sua occasione. Coulibaly segna. Bianchi mantiene le speranze sarde per qualche secondo, ma Bocognano segna il punteggio finale per 4-1.

A Squadra Corsa che vince e l’uomo della partita con Penneteau, autore di due contrasti decisivi, è Remy Cabella, miglior giocatore della serata, che riceve il trofeo Claude Papi.

La partita di ritorno tra un anno a Porto Vecchio allo Stade Claude-Papi.

La Squadra Corsa in Sardegna

Fonte: Corse Net Infos