A Casa di e Lingue di Bastia hè ufficialmente aperta

Prugettu ideatu da a municipalità bastiaccia ind’è u 2014, quandu Gilles Simeoni fu statu elettu merre, A Casa di e Lingue hè stata ufficialmente aperta eri 11 dicembre 2022. Davanti à una centinaia di persone, militanti di a lingua è più largamente di a cultura isulana, a municipalità di Bastia hà fattu a presentazione di stu novu strumentu d’emancipazione di a lingua corsa.

Radunati davanti à u vechju cunventu Sant’Anghjulu di Bastia, ind’è u carrughju parimente annuminatu, l’invitati à l’inaugurazione di A Casa di e Lingue anu scupertu un locu induve u corsu cercherà di ritruvà u postu chì duverebbe rimane soiu. Centrale, vivu, parlatu da l’anziani cume da i ghjuvanotti. L’obbiettivu hè grande pè stu prugettu, cume i mezi investiti dà a merria di Bastia per fà nasce stu locu d’amparera è di spartera: si parla di un mezu milione di euro d’investimentu.

Pierre Savelli, merre di Bastia, hà datu u primu discorsu d’inaugurazione, seguitatu da Lisandru De Zerbi (in carica di l’affare culturale pè a merria di Bastia, capimachja di u prugettu). Anu ancu datu una parola u deputatu Michel Castallani è u Presidente di u Cunsigliu Esecutivu di l’Assemblea di Corsica, Gilles Simeoni. Attraversu e parole di tutti è statu ramentatu a natura inedita di A Casa di e Lingue, non solu à u livellu corsu, ma ancu internaziunale.

Quella idea di apertura di u corsu à u Mediterraniu, à u mondu, hè daveru unu di i mutori di A Casa di e Lingue. Gilles Simeoni hà cusì ramentatu chì issa lingua pudia esse capita dà millioni di persone attraversu ciò che no chjameremu “l’intercumprensione” (forse cù u talianu, cume a sapimu cusì bè a Corsica Oggi). Da parte soia, Michel Castallani hà di novu ramentatu a necessità di ripiazzà u corsu è a Corsica in u so ambitu storicu, naturale. “Oghje sò capace di sapè ciò chì si passa a millaia di chilometri, ma un sò nunda di ciò chì si passa à sessenta chilometri di quì, nant’à l’isula d’Elba”, hà dettu u deputatu.

Insomma, a lingua corsa hà tutta a legittimità per campà, per ritruvà un postu centrale ind’è a vita di i corsi, per aprire nove pussibilità versu u mondu sanu. Affinchè si raghjunghje tutti issi obbiettivi, A Casa di e Lingue mette in mossa tutta a dinamica culturale di l’isula. C’è da una parte l’offerta “fissa”, purtata (trà l’altru) da l’associu Praticalingua: amparera di a lingua per tutti, cantu, musica, attività di svegliu linguisticu cume di usu prufezziunale. Stabilita oghje in parechji loghi di l’isula è forte di un’offerta ricca, l’associu Praticalingua hè unu di i pulmoni di A Casa di e Lingue. C’è ancu a participazione permanente di u “réseau Canopé”, struttura di u Ministeru di l’Educazione creata pè u furmazione cuntinua di l’insegnanti. Pò hè intraccia di esse creatu un picculu ortu, chì permette l’amparera di a lingua in un ambiante specificu è serve attempu à sensibilizà nant’à e questione eculogiche.

Accantu à st’offerta permanente, A Casa di e Lingue accoglierà vari animazione in collaborazione cù i numerosi associ culturali di l’isula. Ancu l’andate so apprudate: oghje si pò apprezzà e creazione burlesche di Marcè Lepidi è e fotografie di Armand Luciani nant’à u tema di “i loghi induve a lingua fu”. Infine, c’è ind’è A Casa di e Lingue un spaziu dedicatu à l’internazionale. Un si pò micca dì pè u mumentu cume i prugetti internaziunali vanu a esse messi in mossa, ma hè statu quantunque specificatu una collaborazione cù l’Università di Bologna. Ne parleremu di sicuru ind’è i prussimi mesi.

Basta avà à fighjà cume va à cresce issa Casa di e Lingue, e cume aiuterà u corsu a esse di novu una parte di a vita è di a crescita persunale di i corsi. “Ghjè una petra”, hà dettu Gilles Simeoni. “Una petra chì fa parte di un muru chì ci ferma à custruì”.

Guillaume Bereni

Di Felce (Castagniccia), è padre di 3 bimbi e lavora sia nell'azienda agricola di famiglia, che produce farina di castagne, sia come redattore freelance, per noi e per altre testate, scrivendo in lingua corsa, francese e italiana.

About Guillaume Bereni

Di Felce (Castagniccia), è padre di 3 bimbi e lavora sia nell'azienda agricola di famiglia, che produce farina di castagne, sia come redattore freelance, per noi e per altre testate, scrivendo in lingua corsa, francese e italiana.

View all posts by Guillaume Bereni →

One Comment on “A Casa di e Lingue di Bastia hè ufficialmente aperta”

  1. Un saluto ‘n lucchese per l’amici corsi!! Viva ‘l corso e viva ‘l lucchese!!! Parlian la nostra lingua e portiam avanti la nostra cultura!

Comments are closed.