5 maggio: 23 anni fa la tragedia di Furiani

23 anni sono trascorsi dalla tragedia di Furiani e ancora i segni sono visibili, tangibili, soprattutto nelle famiglie delle vittime, per le quali il dolore non si è mai spento.

Oggi, davanti alla stele che ricorda la tragedia, corone di fiori e persone in preghiera. E oggi ancora più forte risuona il grido di chi chiede a gran voce alla Lega calcio professionisti “Plus de match le 5 Mai”, “Mai più partite il 5 maggio”. Il sindaco di Bastia Gilles Simeoni, prima della finale di Coppa dell’aprile scorso, aveva invitato gli eletti di Corsica a scrivere una lettera aperta a tal proposito indirizzata alla Lega e al ministero dello Sport.

Tutti coloro i quali sono andati a supportare la loro squadra del cuore e non sono più tornati a casa, coloro i quali sono andati a vedere una partita di calcio e ne sono usciti segnati e marcati a vita, meritano che infine il calcio francese renda loro l’omaggio dovuto, quello che la Corsica oggi tributerà loro.

E che vogliamo tributare anche noi, ricordando i nomi delle 18 vittime di quel tragico 5 maggio 1992:

Angelini Antoine
Brunel Guy
Campana Marie-Pierre nata Clement
Casta André
Drillaud Alexandra
Dumas Jean-Baptiste
Geronimi Antoine
Giampietri Thierry
Giannoni Dominique
Grimaldi Santa
Guidicelli Pierre-Jean
Lalliat Cédric
Marsicano Lucien
Mattei Christian
Mortier Michel
Ottaviani Marie-Laure nata Guerrieri
Rao Patrick
Vivarelli Michel